Avvitatura di precisione su schede elettroniche: soluzione per il controllo fine del processo

Cliente:

Uno dei più noti brand italiani del settore automotive

 

Obbiettivi:

✓ Avvitatura di un componente critico attraverso un processo controllato ed efficiente a garanzia di un prodotto di alta qualità.

✓ Integrazione nel processo dei principi di ergonomia cognitiva,

✓ Riduzione dello scarto di produzione, dei tempi di attesa operatore e conseguente riduzione del costo manodopera.

✓ Assicurazione di qualità totale, del processo e del prodotto finale.

Intervento:

Un nostro cliente finale, azienda tecnologica italiana leader mondiale nel mercato HVAC/R, ci ha chiesto una consulenza per risolvere un problema del processo di avvitatura su una scheda elettronica.

Le criticità principali:

–          numero elevato di viti da fissare a distanze molto ravvicinate, 
–          tutte le viti sono dello stesso diametro ma di lunghezza diversa (quindi qualsiasi vite poteva essere fissata in qualunque posizione), 
–          vicinanza tra le viti, in alcuni casi anche pochi millimetri, 
–          impossibilità di garantire una precisa sequenza di avvitatura (requisito richiesto dal Cliente).  

Come è stato risolto

Utilizzo un braccio di reazione ortogonale mod. BRF speciale con tre encoder, in grado di rilevare la posizione dell’avvitatore, e quindi della vite, negli assi X, Y e Z. Gli encoder comunicano la posizione al dispositivo Posix , il quale è connesso con l’unità di controllo dell’utensile. In questo modo l’utensile viene abilitato solo quando si trova in posizione corretta, seguendo la sequenza pre-impostata. L’applicazione è stata installata da un nostro rivenditore specializzato.  


I vantaggi

In conclusione, è stato adottato in applicazione dei principi della Lean Production, un sistema Poka-yoke con i seguenti vantaggi:

  • Oggettivazione del processo per garantire:

     – avvitatura della vite corretta nella posizione prevista,

     – rispetto della sequenza/ciclo di avvitatura,

     – avvitatura di tutte le viti,

     – corretto serraggio di ogni singola vite con la strategia di avvitatura adeguata.

  • Qualità del prodottogarantita.
  • Aumento dell’efficienza del processo con conseguente riduzione degli sprechi di tempo e dei costi di manodopera (azzeramento scarti).
  • Miglioramento dell’ergonomia cognitivadell’operatore.

OGGETTIVAZIONE ED EFFICIENZA DELLA FASE DI AVVITATURA SCHEDA ELETTRONICA